Molte persone pensano che il plagio sia copiare il lavoro di un altro o prendere in prestito le idee originali di qualcun altro. Ma termini come "copiare" e "prendere in prestito" possono mascherare la gravità del reato:

  • Secondo il dizionario online Merriam-Webster, commettere un "plagio" significa:
  • rubare e spacciare per propro un lavoro
  • utilizzare senza dare credito alla fonte
  • commettere furti letterari
  • presentare come nuova e originale un'idea o un prodotto derivato da una fonte esistente

In altre parole, il plagio è un atto di frode. Implica sia il furto del lavoro di qualcun altro che la menzogna successiva

  • Ma parole e idee si possono davvero rubare?

L'espressione di idee originali è considerata proprietà intellettuale ed è protetta dalle leggi sul diritto d'autore, proprio come le invenzioni brevettate. Quasi tutte le forme di espressione rientrano nella protezione del diritto d'autore purché siano registrate in qualche modo

  • E tutte le seguenti evenienze sono da considerarsi plagio:
  • trasformare il lavoro di qualcun altro nel tuo
  • copiare parole o idee da qualcun altro senza dare loro credito
  • non inserire una citazione tra virgolette
  • fornire informazioni errate sulla fonte di una citazione
  • cambiare le parole ma copiare la struttura della frase di una fonte senza attribuire credito
  • copiare così tante parole o idee da una fonte da far sì che queste costituiscano la maggior parte del tuo lavoro, a prescindere dall’attribuzione del credito

Tuttavia, la maggior parte dei casi di plagio può essere evitata citando le fonti. Riconoscere semplicemente che un determinato materiale è stato preso in prestito e fornire al pubblico le informazioni necessarie per trovare quella fonte di solito è sufficiente per prevenire il plagio. Consulta la nostra sezione sulle citazioni per ulteriori informazioni su come citare correttamente le fonti.

  • E per quanto riguarda immagini, video e musica?

Utilizzare un'immagine, un video o un brano musicale in un'opera che hai prodotto senza aver ricevuto il permesso appropriato o senza fornire una citazione appropriata costituisce plagio. Le seguenti attività sono molto comuni nella società odierna. Nonostante la loro popolarità, contano comunque come plagio.

  • Copiare i media da altri siti Web per incollarli nei propri documenti o siti Web.
  • Realizzare di un video utilizzando filmati di video di altri o utilizzando musica protetta da copyright come parte della colonna sonora.
  • Esecuzione di musica protetta da copyright di un'altra persona
  • Comporre un brano musicale che attinge pesantemente a un'altra composizione. Certamente, questi media pongono situazioni in cui può essere difficile determinare se i diritti d'autore di un'opera vengano violati o meno. Per esempio:
  • Una fotografia o una scansione di un'immagine protetta da copyright
  • Registrazione di audio o video in cui musica o video protetti da copyright vengono riprodotti in sottofondo.
  • Ricreare un'opera visiva usando lo stesso mezzo.
  • Ricreare un'opera visiva usando un mezzo diverso
  • La legalità di queste situazioni, e di altre, dipende dall'intento e dal contesto in cui sono prodotte. I due approcci più sicuri da adottare riguardo a queste situazioni sono: 1) Evitarle del tutto o 2) Confermare i permessi di utilizzo delle opere e citarli correttamente.